La monocamera

Guardala bene questa monocamera. Guardala ora, spoglia e inabitata.

Domani smetterai di amarmi. Domani tu non capirai. Vedrai più di quel poco che c’è oggi da vedere.
E più che una stanza vedrai una donna fatta su nel suo cappotto.

Ogni crepa diverrà sospetto, Ogni abbellimento istanza. Di un qualche metro soltanto un difetto,
Uno qualsiasi, un cappotto che non riduce, ma amplifica la distanza.

E allora piega il collo sotto questo stipite. Spia questa stanza. Ma resta qualche passo indietro.
Qualche anno, qualche passo prima di questa stanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...