La spada di Damocle

Detestavi quella musica:

era inopportuna.
Suggeriva il sospetto

(Una qualche spada
di Damocle penderà
sempre sulla sua testa).

E strideva con il resto:

Meno salvifico il prato,
qualsiasi. Il santuario
di ogni memoria.

L’ho vista su  un prato.

Una spada di niente
pendeva sulla sua testa.

Ha urlato quattro parole
sconnesse dalla rabbia.

Grande piccolo fatti cuore!

Ha lasciato il prato per dove sai tu.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...