La corazza

E quell’innocenza nel mettere tutte insieme le parole e le immagini, da dar tempesta. Una di quelle tempeste di grandine e vento, e magia, che solo tu sai fare. Estensione e spazio. E così contenuto. E così tenue silenzio. E così instabile definizione, dolente costato. E tu sei così bello quando mi dici: ‘non capisco’. Hai un tratto, ed un tatto, che mi sono impossibili. E amo anche te. Di una tenerezza inimmaginabile. Tu, il mio genio lucido, brillante, di definizioni. Il maestro. Il padre di tutte le corazze. Ed io, la tua tartaruga. Di una lentezza vigliacca che dimentica il tempo. E la sostanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...