Domino

Ho violentato ricordi fumanti
che bruciavano perdono.
Cos’altro avrei fatto, per te,
poesia di merda?

Ma sei passata, anche tu,
nel setaccio del tempo.

Sei, anche tu,
un giullare della memoria.

Siedi,
unica sedia
al centro della scena.

Non ridi mai più sul serio.
Brancoli nel buio e
barcolli dalla vergogna.
E hai la voce che ti trema
sempre le stesse parole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...