Proattiva

Sarò lo specchio della tua latrina. Per chi dell’anima ne ha fatto diamante. Tu, costante di pregiudizio di quel che “fa della poesia una poesia”.Circolo della cura, a prezzo di disciplina. Indisciplinata. Ti grido il mio amore, col suo patito, all’incondizionato. C’era un baule, era pieno di sentire.Ma che nessuno sia a venire,quel che segna,Continua a leggere “Proattiva”

Ronzio

Disegno aquiloni,accendo lampadeal tuo bambino dimenticato. In questa notte che non sa di te,ma di te mi parla, hai trafugato tutto il possibile. Ti racconto di categorie e di cornici ai sogni e tu mi chiedi quanto, di questo, sia reale. Ti rispondo qualcosa che non puoi afferrare,l’aria, la solitudine danzante. La ragione per cuiContinua a leggere “Ronzio”

Il palombaro

Il palombaro,amante delle profondità,dice sempre la verità. Azoto protetto,sopporta più e più atmosfere. Per questo, e solo per questo,ai più che lo immaginanofelice dietro alla sua mascheraad oblò, sembra un menzognere. Baro, il palombaro!Pensano. Solo perché si sente vivo negli abissidella sua attività di recupero. Personalmente, invece,lo trovo solo, e sempre, irresistibile. Quando in discesa, inContinua a leggere “Il palombaro”

Ceralacca

E poteva essere chiunque. Abitudine missiva.Editto, ceralacca, e portavoce. Ma è una stanzadentro un’altra stanza,dentro un’altra stanza.  Un cunicolo di stanzeuna dentro l’altra. Persone e personaggi. Gli uni davanti, gli altri dietrole tende. Una stanza:dentro un’altra stanza,dentro un’altra stanza.  E una sola piccola porta. La chiave nascosta:dentro ad una stanzadentro un’altra stanza,dentro un’altra stanza.