Mi manchi tu

Quando piove a quel modoogni spiraglio di soledipinge un arcobaleno. E in tutto quel pioveresulla terra arsa, incapace di accoglieree di contenere, chissà quanti arcobalenici sono stati eche non ho visto, sul sentiero. Ma di specchi, sì,ne ho visti,di volti molti. Perchéquando piove a quel modo,cade tutto il rimastosospeso per aria. Nel bene e nel […]

Tenerezza

Un’immensa tristezza:incolmabile rimanesoltanto la rabbia,a volte, per tirarsi in piedi. Ha piovutotantoquell’estate. Tantoche la pienami ha portataanche via. Perché ci sonodei quei ci sonoche non t’aspetterestimai. Perché cerchidi chiudereil cerchioe non puoi. – Non posso aspettarti per tutta la vita. C’è stata una guerra,o forse c’è sembrato. Ho giocatoin attaccoin difesa di uno sguardopieno di […]

Basta?

Basterebbe un giardiniereonesto con un po’ di sale in zucca,e il sesto senso di pietà. Gelato blu puffo nelle vene.Mette freddo mentre scorre.Ti stringe il busto di una taglia.Strimpella una lunga cicatricee ti massaggia la schiena. Basterebbe, sì, basterebbeil senso della pietà, a estirpareil dubbio che travagliala mente stanca.   Ma dev’essere la solita leggedel […]

Libertà

Confessioni senza estetica d’avanguardia.Senza alcun primato d’intelligenza all’autopsia. Coriandoli. Parole come coriandoli.Stracciate in piccoli pezzi.   Carnevale per quel che vale.Quel che vale. Una parola scomposta in singole lettere. Il postino a piediha lasciatoil posto al vento:a tempo indeterminato. E nessuno ha avuto tanto coraggioda prendere il suo posto. A dire al citofonotanti No. E […]

Patriarcato

Il piatto forte sarebbe il silenzio. Ma il freno della parolafischia soltanto e all’orecchio passa accantosenza fermarsi mai. Abbiamo ingoiato troppi croceviaper pensare d’esser morti.

Il Riccio (Spiriti)

Mi fanno visita la notte. Mi prendono per mano. Uno dice che era tutt’altro che un santo;e gli ride la voce, mentre lo dice. Mi tratta come trattadi un tempo lunghissimo. Come se non da sempre, ma ci si sorprende. Dimmi chi sei.Fammi vedere la faccia. Mentre rimetto in motovecchi trabiccoli. Pare uno che ha […]

Senza Nome

Mi muore dentroogni cosasenza riscontro.Mi nuoto contro. E faccio faticaa pronunciareil tuo nome.Come se a dirlo,ogni volta,apparisse un tarlo.La mente; un vecchio mobile,da soffitta.È terribilequest’abitatoin solitudine. Mi fa sentire,senza speranze,terribilmente sola.